Tag Archives: Metro

Build 2011 – Microsoft presenta Windows 8

In questi giorni è in corso a Los Angeles la conferenza Microsoft BUILD (in passato nota come Professional Developer Conference).

Durante la prima giornata è stato mostrato quale sarà il successore di Windows che per ora ha il nome in codice molto fantasioso di “Windows 8”. Si tratta di un codename quindi non è detto che sarà rilasciato con questo nome.

Quali sono le novità?

Elenco in ordine sparso alcune delle novità di Windows 8, ricordando che è tutto in sviluppo e che da qui al 2012, data prevista per il rilascio, cambierà sicuramente molto.

La nuova interfaccia in stile Metro

Windows 8 basa la sua interfaccia su quello che Microsoft chiama stile Metro.

Lo stile Metro è stato creato avendo in mente i sistemi touch ma può essere utilizzato egualmente con mouse e tastiera. E’ un interfaccia che si basa su caratteri tipografici molto chiari e su icone molto “cubettose” (per alcuni è troppo squadrato) con l’esplicita intenzione di garantire una user experience basata sul massimo della semplicità e fluidità.

Lo stile metro ha fatto la prima comparsa in Windows Phone 7 e adesso è destinato a creare il family feeling dei prodotti Microsoft quali appunto mobile, desktop, console.

Il desktop lascia quindi il posto ad un nuovo Start menù in cui sono visualizzate tutte le app come appunto “mattonelle” (tile). La seconda caratteristica è che queste tile possono essere animate e quindi mostrare informazioni in tempo reale.

Le App Metro sono visualizzate a schermo intero e si ridimensionano automaticamente in base al dispositivo su cui sono in esecuzione e possono funzionare su sistemi x86/x64 e per la prima volta su processori ARM.

Da un punto di vista dello sviluppatore le App possono essere scritte sfruttando quanto già si conosce quindi XAML/C#/VB oppure in HTML5/JavaScript/CSS3.

Windows 8 Metro Start Menu Windows 8 Start Menu Desktop Applications

Internet Explorer 10

Nell’ottica Metro è stato presentato anche Internet Explorer 10 che si avvantaggia appunto del nuovo layout ed è soprattutto studiato per i touch screen, il che vuol dire che in maniera nativa e fluida è possibile trascinare, zoomare, cliccare sull’app IE 10.

Ovviamente IE 10 porta con sé alcune delle principali caratteristiche già in produzione oggi su IE 9 quali l’accelerazione hardware, il supporto HTML 5, la compilazione dei javascript.

Internet Explorer 10

Son curioso di vedere quali saranno le risposte di Chrome e Firefox.

Il nuovo task manager e Windows Explorer

Il task manager è stato completamente rinnovato da un punto di vista grafico ma soprattutto fornisce molte più informazioni.Windows 8 Task ManagerWindows 8 Task Manager Performance

I ribbon introdotti in Office 2007 e poi aggiunti a parti di Windows quali ad esempio Paint continuano a diffondersi raggiungendo anche Windows Explorer.

Da notare che è stato anche ripristinato il comodo pulsante per “tornare su” di una cartella.

Windows 8 Explorer Ribbon

Il nuovo “gestore di copia/sposta”

Quando si esegue una copia di un file da una cartella a un’altra, viene visualizzata una nuova finestra che mostra il progresso dell’operazione.

Le particolarità sono:

  • se si lanciano in contemporanea più copie viene utilizzata una sola finestra
  • il dettaglio mostra graficamente l’andamento della copia nel tempo
  • ma soprattutto è possibile sospendere temporaneamente una copia

Windows 8 Finestra copia muovi

Mount di una ISO

Windows 8 ISO Mount

 

Finalmente non sarà più necessario utilizzare to

ols di terze parti per montare una ISO (io utilizzo l’ottimo Virtual Clone Drive nel frattempo).

Quando si clicca con il tasto destro su una ISO (o si fa doppio click in quanto è l’operazione di default per

Hyper-V sul clienti file con questa estensione) viene automaticamente montata l’immagine e creato un disco virtuale. Per rilasciare l’immagine è sufficiente selezionare Eject sul disco virtuale esattamente come fosse un CD/DVD.

L’hypervisor Hyper-V farà la sua comparsa anche su Windows 8 rendendo probabilmente inutili lo stesso Virtual PC o, anche in questo caso software di terze parti (Virtual Box e VMware Workstation\Player in primis) e facilitando in questo modo lo sviluppo o il testing di applicazioni.

Il nuovo Windows Store

Il concetto di App store non è ovviamente nuovo. La novità è che Microsoft ha portato lo store anche sul Windows.

Dal punto di vista dell’utente è possibile cercare sullo store le applicazioni ed installarle o provarle semplicemente con un click (o un tap). Come ormai siamo abituati nel settore mobile le applicazioni saranno anche in versione trial. La piattaforma garantirà la qualità e la sicurezza delle applicazioni (ad esempio che siano esenti da virus) oltre ad una user experience uguale anche tra applicazioni diverse.

Gli sviluppatori potranno pubblicare le applicazioni sullo store sfruttando Visual Studio e sarà possibile controllare l’andamento dei download e delle vendite o scegliere in quali mercati rendere disponibile l’app.

Cosa c’è di “scontato”

Oltre alle novità però ci sono alcuni punti fermi quali ad esempio:

  • la compatibilità con tutto ciò che c’è oggi sia in termini hardware che software. Lo slogan è “tutto quello che gira con Windows 7 girerà su Windows 8”. Nota bene: le applicazioni attuali (che per differenziarle dalle App vengono chiamate applicazioni desktop) potranno funzionare se il PC è x86/x64
  • il desktop, le applicazioni esistenti oggi, Windows Explorer, il pannello di controllo: tutto è rimasto come prima quindi il passaggio al nuovo sistema non dovrebbe essere traumatico.

Poiché considero Windows 7 il miglior sistema operativo che Microsoft abbia prodotto ho voluto già installare la Developer Preview della nuova versione per iniziare a capire se è riuscita fare un passo avanti e provare concretamente le novità. Nei prossimi post cercherò di raccontare qualche impressione d’uso.